«Le cose che non sono»

Leopardi e la coscienza d’immagine

Autori

  • Tommaso Grandi Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.1721-4777/10482

Parole chiave:

Leopardi, Sartre, immaginazione, ragione, coscienza

Abstract

Il contributo prende in esame il concetto di immaginazione nel corpus leopardiano, studiandone l’evoluzione, dalla Querelle des Anciens et des Modernes, fino alle più tarde formulazioni teoriche. Dal Discorso di un italiano intorno alla poesia romantica all’identificazione dell’immaginazione come «sorgente della ragione» (Zib. 2134), la prospettiva leopardiana muta drasticamente, in dipendenza dalla riflessione intorno ai limiti della conoscenza razionale (alla quale Leopardi giunge dall’empirismo e dal sensismo settecentesco e, in particolare, dall’analisi di Locke sull’intelletto umano e dal Dictionnaire di Bayle). Attraverso un confronto analitico con i lavori di Sartre (L’imagination e L’imaginaire), si propone una teoria dell’immaginazione leopardiana che miri a redimere le criticità evidenziate nell’assunzione di tale teoria entro il quadro epistemologico zibaldoniano.

Riferimenti bibliografici

Bayle, Pierre, Dictionnaire historique et critique, 4 tomi, Amsterdam, s. e., 1740.

Catalogo della Biblioteca Leopardi in Recanati, in «Atti e memorie della deputazione di storia patria per le province delle Marche», IV, Ancona, Morelli, 1899.

Corsinovi, Graziella, Le anticipazioni della modernità, in Lo Zibaldone cento anni dopo. Composizione, edizioni, temi. Atti del X Convegno Internazionale di studi leopardiani (Recanati - Portorecanati 14-19 settembre 1998), Firenze, Olschki, 2001, pp. 456-457.

De Goncourt, Edmond e Jules, Journal. Mémoires de la vie littéraire, 3 voll., a cura di Robert Kopp, Paris, Robert Laffont, 2014.

Folin, Alberto, Pensare per affetti. Leopardi, la natura, l’immagine, Venezia, Marsilio, 1996.

Garaventa, Roberto, Il suicidio in Leopardi, in Il suicidio nell’età del nichilismo, Milano, Franco Angeli, 1994, pp. 127-174.

Hume, David, Trattato sulla natura umana, in Opere, 2 voll., a cura di Eugenio Lecaldano ed Enrico Mistretta, Roma-Bari, Laterza, 1971.

Husserl, Edmund, Ricerche logiche, 2 voll., Milano, Il Saggiatore, 1988.

La Mettrie, Julien Offray de, L’uomo macchina, a cura di Fabio Polidori, Milano, Mimesis, 2015.

La Mettrie, Julien Offray de, Oeuvres philosophiques de La Mettrie, précédée de son éloge par Frédéric II, roi de Prusse (Éd. 1796), Paris, Hachette, 2013.

Locke, John, Saggio sull’intelligenza umana, 2 voll., Bari, Laterza, 1988.

Leopardi, Giacomo, Lettere, a cura di Rolando Damiani, Milano, Mondadori, 2006.

Leopardi, Giacomo, Poesie e prose, 2 voll., a cura di Rolando Damiani e Mario Andrea Rigoni, Milano, Mondadori, 1987.

Leopardi, Giacomo, Zibaldone, a cura di Rolando Damiani, Milano, Mondadori, 1997.

Prete, Antonio, Il pensiero poetante. Saggio su Leopardi, Milano, Feltrinelli, 2006.

Rigoni, Mario Andrea, Illuminismo e negazione, in Il pensiero di Leopardi, Torino, Aragno, 2015.

Sartre, Jean Paul, L’immaginario. Psicologia fenomenologica dell’immaginazione, a cura di Raoul Kirchmayr, Torino, Einaudi, 2007.

Sartre, Jean Paul, L’immaginazione - Idee per una teoria delle emozioni, a cura di Andrea Bonomi, Milano, Bompiani, 1962.

Schopenhauer, Arthur, Il mondo come volontà e rappresentazione, a cura di Giorgio Brianese, Torino, Einaudi, 2013.

Downloads

Pubblicato

2021-01-24

Come citare

Grandi, T. (2021). «Le cose che non sono»: Leopardi e la coscienza d’immagine. Griseldaonline, 19(2), 281-295. https://doi.org/10.6092/issn.1721-4777/10482

Fascicolo

Sezione

Omnibus