«Un dramma di passione». Nel palinsesto del «Fuoco» dannunziano

Giorgio Zanetti

Abstract


Il contributo esplora nelle sue implicazioni molteplici l’interpretazione del Fuoco dannunziano che Rainer Maria Rilke affida a una annotazione su Eleonora Duse nei Quaderni di Malte Laurids Brigge. In questa luce il romanzo di d’Annunzio e il suo linguaggio delle passioni, tra mito dell’eros e mito della poesia, rivelano una nozione complessa ed intensa dell’ambivalenza profonda e intimamente conflittuale connaturata alla metamorfosi artistica dell’interiorità in teatro, dell’identità in immagine e in leggenda, del pathos in allegoria. A questo disegno, al cui centro stanno il volto e la maschera di un’attrice e i suoi processi di sdoppiamento e di identificazione, risulta più che mai funzionale l’avventurosa ricerca dannunziana nel palinsesto della letteratura, attraverso le sue stratificazioni testuali e intertestuali, fra le emozioni, i gesti e le parole di una «vita anteriore» che riaffiora nelle passioni dei personaggi rivelandone il destino.


Parole chiave


D’Annunzio; Rilke; pathos; immagine; maschera

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1721-4777/10687

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2020 Giorgio Zanetti

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.